Paesi in cui la criptovaluta è legale (2020)

La criptovaluta, o moneta digitale come la conosciamo, è venuta alla ribalta per la prima volta con il lancio di Bitcoin nel 2009. Bitcoin è stata la prima criptovaluta riconosciuta a livello globale e ha reso disponibili scambi e transazioni di criptovaluta per trader e investitori in tutto il mondo.

Oggi, conosciamo tutti le criptovalute e con l’avvento delle tecnologie e la crescente popolarità della blockchain, sappiamo come funziona la criptovaluta. Ma la criptovaluta è un mercato decentralizzato non regolamentato che non rientra nella giurisdizione di alcuna autorità centralizzata. Questo è il motivo per cui le criptovalute non sono legalizzate in molti paesi come piattaforma di pagamento in tutto il mondo.

paesi in cui la criptovaluta è legale

Paesi in cui la criptovaluta è legale

Non tutti i paesi supportano le criptovalute. Quindi, se hai intenzione di investire in criptovalute, ecco un elenco di paesi che hanno reso legale la criptovaluta.

India 

Fortunatamente, il 2020 è stato favorevole per l’India in materia di criptovaluta. Il 4 marzo 2020, la Corte Suprema ha reso legale la criptovaluta e l’ha fatto alzato il divieto sulle transazioni di criptovaluta in tutta la nazione.

In precedenza, la RBI aveva imposto un divieto legale alle transazioni di criptovaluta a tutte le banche del paese. Agli investitori non era consentito effettuare transazioni, pagare o trasferire denaro digitale utilizzando il sistema bancario indiano. La decisione del 4 marzo 2020 è una buona notizia per gli investitori di criptovalute in tutta la nazione. Ora che le transazioni crittografiche sono state rese legali, non c’è dubbio che il business delle criptovalute prospererà rapidamente in India. La criptovaluta non è una moneta a corso legale, ma il trading con la criptovaluta non è illegale in India.

stati Uniti 

Negli Stati Uniti, la valuta digitale opera sul mercato dal 2013 ed è utilizzata in molti portali online come strumento di pagamento standard. Qui le piattaforme di scambio crittografico devono ottenere una licenza legale per operare nel mercato. La CFTC e l’IRS hanno riconosciuto la criptovaluta come una merce preziosa e hanno applicato l’imposta sul reddito e l’imposta sulle plusvalenze da settembre 2015.

Regno Unito (UK) 

Nel Regno Unito, la criptovaluta è considerata un investimento privato ed è soggetta a GST e IVA. Sebbene le valute digitali siano legali nel Regno Unito, è sotto la giurisdizione di FCA ed è tassata in base alle plusvalenze.

Canada 

È legale scambiare criptovalute in Canada, ma alcune banche hanno vietato la valuta digitale. È considerato una sicurezza ed è tassato come un bene digitale. Tutte le società che scambiano criptovalute devono riportare lo stesso a Fintrac. Molte banche non consentono transazioni crittografiche tramite carte di credito o di debito in Canada.

Australia 

Il trading di criptovalute è legale in Australia. Tuttavia, tutti gli scambi di criptovaluta sono regolati da AUStrac. Non ci sono GST o IVA imposte sulle criptovalute in Australia, ma sono tassate sulle plusvalenze. Crypto è considerato ufficiosamente come una moneta a corso legale in tutta l’Australia.

Singapore 

Singapore nell’aprile 2019 l’Autorità monetaria di Singapore o MAS ha riconosciuto il bitcoin come opzione di pagamento digitale legale ai sensi del Payment Services Act. Le aziende che commerciano con criptovalute devono pagare una GST e tutte le transazioni sono regolate da MAS.

 

Hong Kong 

Nell’anno 2014, i bitcoin e altre criptovalute sono stati presentati dall’onorevole Segretario finanziario di Hong Kong ai sensi dell’ordinanza sulla criminalità organizzata e grave. Quindi, i commercianti di bitcoin sono sempre sotto stretta sorveglianza e non è considerato legale a Hong Kong.

Giappone 

Nel 2014, il Giappone ha reso legale il commercio di bitcoin nel paese. Le criptovalute sono considerate proprietà privata e moneta a corso legale e sono tassate in base alle plusvalenze. Il trading di criptovalute è legalizzato ed è regolato dalla FSA o dalla Japan’s Financial Services Agency.

Corea del Sud 

Solo i residenti della Corea del Sud possono scambiare criptovaluta nel paese. Non possono commerciare con nessun altro scambio di criptovalute al di fuori del paese. Le banche regolano il trading di criptovalute e si prendono cura della privacy e dell’autenticità di tali operazioni. Tutti gli scambi di criptovalute sono regolamentati dall’FSS o dal servizio di supervisione finanziaria della Corea del Sud.

Cina 

Nonostante i numerosi sforzi per rendere le criptovalute legali in Cina, non è riuscita a raggiungere il suo obiettivo e gli scambi e il commercio di criptovalute non sono ancora legali nel paese. Il trading di criptovalute è un evento rischioso e richiede esperienza e conoscenza degli aggiornamenti crittografici nel mercato.

Germania

Le criptovalute non sono riconosciute come moneta a corso legale in Germania e sono tassate in base alle plusvalenze e all’IVA nel paese. Alcuni stati della Germania, tuttavia, richiedono alle società di criptovaluta di registrarsi sotto BaFin l’autorità di vigilanza finanziaria della Germania.

tacchino 

La Turchia è un centro finanziario ed è sempre aperta a nuove opportunità e innovazioni finanziarie. Il trading di bitcoin è legale qui e recentemente il paese ha anche ospitato riunioni di crittografia e conferenze blockchain per sfruttare il business digitale.

Brasile 

Nel 2017, la Banca Centrale del Brasile ha legalizzato le criptovalute nel paese.