LCG Energy per ottimizzare il consumo di energia attraverso la tecnologia Blockchain

Le società di servizi sono alla ricerca di modi per ottimizzare la loro catena di fornitura e massimizzare l’efficacia dei loro servizi da molto tempo. 50 anni fa, hanno iniziato a esplorare la digitalizzazione con la convinzione che con il suo aiuto si svilupperanno nuovi modi per la rendicontazione e l’analisi dei dati di consumo, portando infine a una maggiore efficienza e prezzi più bassi sia per il fornitore che per il consumatore finale. E infatti, il contributo dell’innovazione portato a tutto il settore energetico grazie alla digitalizzazione è stato importante, in alcuni settori come l’industria petrolifera più che in altri. Per le aziende di servizi pubblici, l’era digitale ha introdotto molteplici innovazioni nel reporting energetico, nella comunicazione al cliente, nei pagamenti e altro ancora. Una di queste innovazioni sono i contatori elettrici digitali noti come Smart Meters, che trasmettono le informazioni sui consumi in modo digitale e quindi non richiedono letture manuali da parte del fornitore.

LCG Energy

Tuttavia, nonostante i progressi tecnologici compiuti dall’industria, i prezzi dell’elettricità sono aumentati di un notevole margine negli ultimi 15 anni. Ci sono molteplici variabili che influenzano l’equazione: dalla pressione normativa sulle centrali nucleari che ne costringono la chiusura e la transizione verso fonti di produzione di elettricità meno redditizie a fattori sociali che influenzano la decisione dei consumatori in merito alla loro scelta della fonte energetica. Allo stesso tempo, ci chiediamo cosa è andato storto e come possiamo rimetterci in carreggiata 

Il termine contratto energetico è nato molti anni fa, all’inizio della rivoluzione industriale. In poche parole, i contratti energetici riguardano l’installazione e il funzionamento delle tecnologie energetiche in un ambiente aziendale con lo scopo di massimizzare l’efficienza di tutti i processi esistenti e futuri relativi all’energia e quindi ridurre al minimo i costi operativi di queste attività. I contratti energetici hanno vari tipi e toccano sia la parte puramente tecnica che quella finanziaria dell’attuazione dei progetti energetici.

In che modo la blockchain può aiutare con l’ottimizzazione del consumo energetico

L’avvento della tecnologia blockchain è stata la causa di molte discussioni in tutto il settore energetico. Dopo aver visto l’applicazione della blockchain e dei suoi vantaggi nel settore finanziario, le parti interessate si sono rivolte alla tecnologia innovativa con la speranza che potesse fornire soluzioni anche per l’industria energetica. Con la sua immutabilità di record e la capacità di introdurre un’infrastruttura di dati decentralizzata, la blockchain si è dimostrata applicabile praticamente ovunque ci sia qualsiasi tipo di scambio di dati (comprese le transazioni monetarie) e la necessità di un maggiore livello di sicurezza ed efficienza. 

Ma come può la blockchain aiutare esattamente l’ottimizzazione del consumo di energia per il cliente finale? Si scopre che la tecnologia innovativa va ben oltre l’esecuzione di transazioni di denaro: secondo molteplici fonti indipendenti, la ricerca, così come molte parti interessate nel settore energetico, i contatori intelligenti abilitati alla blockchain potrebbero potenzialmente risolvere uno dei problemi più urgenti con la digitalizzazione come nel suo complesso: integrità e sicurezza dei dati. Le minacce alla sicurezza informatica rappresentano un potenziale rischio per le reti elettriche che si basano su processi digitalizzati: solo di recente, gli hacker russi sono riusciti a chiudere diverse reti centrali in Ucraina a causa di debolezze nelle loro architetture di dati, lasciando intere aree senza accesso all’elettricità. Con la blockchain e la distribuzione delle informazioni su più nodi, non esiste un punto centrale di errore, il che riduce notevolmente il rischio di qualsiasi tipo di attacco informatico. Per poter manipolare le informazioni, gli hacker dovranno accedere a oltre il 50% di tutti i nodi attivi nella rete distribuiti su più computer.

Recentemente, un fornitore di servizi in Germania ha trovato più casi d’uso per blockchain che potenzialmente cambieranno il panorama energetico così come lo conosciamo.

LCG Energy: ottimizzazione energetica con blockchain

Una società che si occupa di contratti energetici e ottimizzazione energetica da oltre un decennio ha recentemente annunciato la sua imminente iniziativa blockchain. Dopo 2 anni di ricerca attiva, LCG Energy, un fornitore tedesco di elettricità, appaltatore di energia e commerciante con licenze operative in Germania e Austria e oltre 50.000 clienti, ha scoperto che con l’aiuto della tecnologia blockchain, il modo di ottimizzare i consumi ei processi energetici può essere portato al livello successivo. 

Avendo installato migliaia di Smart Meter nel corso dell’ultimo decennio, LCG Energy è competente nell’analisi e nell’ottimizzazione dei consumi energetici sia per le aziende che per le famiglie. L’azienda è riuscita a ottenere risparmi approssimativi fino al 20% rispetto ai prezzi medi di mercato sul mercato tedesco che attualmente ha i prezzi dell’elettricità più alti al mondo. Con la blockchain, l’azienda sarà la prima a fare un passo verso la completa implementazione della tecnologia in tutto il settore energetico. Grazie alla blockchain, i dati di consumo non saranno solo più sicuri contro le minacce alla sicurezza informatica, ma abiliteranno un grado più elevato di automazione se abbinati a tecnologie avanzate di Intelligenza Artificiale e Automated Machine Learning, che possono potenzialmente ridurre il costo dell’intero ciclo relativo alla reportistica dei dati e analisi, nonché per aumentare l’efficienza delle tecniche di ottimizzazione che vengono progettate sulla base dei dati acquisiti tramite Smart Meters. 

I consumatori che utilizzano i contatori intelligenti distribuiti da LCG Energy avranno pieno accesso ai propri dati attraverso una piattaforma basata su blockchain nota come piattaforma LCG Energy. La piattaforma offrirà ai suoi utenti la possibilità di pagare le bollette dell’elettricità con il token di utilità LCG e acquisire una vasta gamma di servizi e prodotti relativi all’energia indipendentemente dalla posizione dell’utente e dall’eventuale accesso ai servizi diretti di LCG Energy. Inoltre, la piattaforma consente l’utilizzo di servizi finanziari legati al settore energetico come investimenti in progetti di energia rinnovabile, con tutti i dati di investimento conservati sulla blockchain, portando a un livello di trasparenza e sicurezza senza pari. 

Svelare il futuro dell’energia

Le tecnologie emergenti hanno dimostrato di superare le aspettative sia dei loro scettici che dei loro sostenitori. Dopo AI e AML, la blockchain è ora considerata la prossima grande novità nel settore energetico. Con l’attuale scetticismo verso la tecnologia innovativa e il suo stato di sottosviluppo, è una questione di tempo prima che nuovi casi d’uso e applicazioni pratiche vengano svelati da visionari come LCG Energy.

Per saperne di più sul progetto LCG Energy, la società dietro di esso e i loro piani futuri, vai a https://lcg-group.de/