Google continua a fare assunzioni alle università di criptovaluta durante la repressione degli annunci ICO

Il gigante di INTERNET Google sta visitando le università e tenendo conferenze sulla criptovaluta in mezzo a un giro di vite sul settore non regolamentato.

Il gigante della ricerca ha annunciato una moratoria sulla pubblicità ICO mentre cerca di ottenere un controllo sul settore in espansione.

Mentre il divieto di ICO è diventato problematico per il settore che ha appena istituito un file gruppo di lobbismo per contribuire a plasmare la regolamentazione: la società ora tiene conferenze e assume esperti di crittografia dimostra che c’è fiducia.

Google ha visitato Milano per parlare di CryptoGoogle ha visitato Milano per parlare di Crypto

I geni della tecnologia dell’azienda hanno visitato il Politecnico di Milano all’inizio di questo mese nel tentativo di istruire gli studenti e trovare le menti migliori.

Secondo l’Università hanno anche condotto interviste faccia a faccia con gli studenti oltre a tenere loro lezioni su Bitcoin, Litecoin, Ethereum e Monero.

Google innova

L’abstract diceva: “La missione di Google è organizzare le informazioni mondiali e renderle universalmente accessibili e utili. È un obiettivo enorme da raggiungere e Google ha bisogno di persone fantastiche per raggiungerlo!

“Bitcoin, Ethereum, Monero, Litecoin … Molte criptovalute sono apparse di recente nelle notizie e la maggior parte delle persone sa che possono essere acquistate come asset o scambiate come valuta.

“Meno noto è come funzionano davvero.

“In questo discorso, esaminerò le differenze di base tra i più popolari e metterò in evidenza alcune interessanti innovazioni nello spazio, tra cui scripting, privacy e riduzione dei requisiti di elettricità per proteggere l’ambiente.

“Il discorso sarà seguito da una descrizione dei lavori e dei tirocini di Google e una panoramica del nostro processo di colloquio e assunzione”.

La notizia è stata accolta con favore dal settore tra cui David Merry, CEO di Investoo Group, che pubblica siti web di notizie in inglese, tedesco, spagnolo e italiano.

Ha detto: “È fantastico sapere che Google sta effettivamente abbracciando il settore.

“Le cattive notizie sul divieto di pubblicità hanno avuto un impatto sui mercati, quindi il fatto che Google stia ancora una volta aprendo la strada all’istruzione è fantastico.

Google inizia finte Interviste

“La cosa ancora migliore è che Google sta assumendo i migliori talenti che possono trovare mentre fanno la pioniera dello spazio”.

I reclutatori per il gigante della tecnologia con sede negli Stati Uniti hanno condotto interviste simulate di 15 minuti con gli studenti.

Li hanno anche aiutati ad affinare le proprie capacità e ad esercitarsi con gli algoritmi di brainstorming e la scrittura di codice sulle lavagne.

Divieto di pubblicità

La scorsa settimana Google ha annunciato che intende implementare un divieto sulle criptovalute a seguito di un rapporto nel giornale di Wall Street.

In un post sul blog, il gigante della ricerca globale ha affermato che il suo piano prenderà effetto nel giugno 2018.

L’azienda sta rivedendo la sua politica sui servizi finanziari.

E ha detto che la pubblicità collegata alle offerte di monete iniziali, agli scambi di criptovaluta, ai portafogli di criptovaluta e ai consigli sul trading di criptovaluta rientrerà nella moratoria.

Scott Spencer, direttore della pubblicità sostenibile di Google, ha dichiarato alla CNBC che: “Non abbiamo una sfera di cristallo per sapere dove andrà il futuro con le criptovalute, ma abbiamo visto abbastanza danni ai consumatori o potenziali danni ai consumatori che si tratta di un’area. a cui vogliamo avvicinarci con estrema cautela “.

Twitter segue l’esempio

Twitter per vietare gli annunci CryptoTwitter per vietare gli annunci Crypto

Il gigante dei social media Twitter ha anche annunciato che seguirà le orme di Facebook e Google, implementando il divieto di pubblicità relative alle criptovalute.

Sky News ha riferito che la controversa azienda di San Francisco implementerà un divieto entro due settimane.

Sperano di essere in grado di bloccare gli annunci associati a portafogli di criptovaluta, scambi e offerte di monete iniziali, sebbene affermino che avranno una serie di eccezioni.

Twitter ha finora rifiutato di confermare che il divieto andrà avanti ma non ha negato le segnalazioni.

Nel frattempo Rob Leathern, Product Management Director di Facebook, ha confermato che la società intende eliminare tutta la “pubblicità ingannevole” in quanto ha aggiornato la sua politica estendendola ai prodotti finanziari.

Ha detto: “Due dei nostri core principi pubblicitari delinea la nostra convinzione che gli annunci debbano essere sicuri e che creiamo prima per le persone. Gli annunci fuorvianti o ingannevoli non hanno posto su Facebook.

“Abbiamo creato un file nuova politica che vieta gli annunci che promuovono prodotti e servizi finanziari che sono spesso associati a pratiche promozionali fuorvianti o ingannevoli, come opzioni binarie, offerte iniziali di monete e criptovaluta.

“Vogliamo che le persone continuino a scoprire e conoscere nuovi prodotti e servizi attraverso gli annunci di Facebook senza timore di truffe o inganni. Detto questo, ci sono molte aziende che pubblicizzano opzioni binarie, ICO e criptovalute che attualmente non operano in buona fede “.

“Questa politica è intenzionalmente ampia mentre lavoriamo per rilevare meglio le pratiche pubblicitarie ingannevoli e fuorvianti e l’applicazione inizierà a diffondersi su tutte le nostre piattaforme, tra cui Facebook, Audience Network e Instagram. Rivedremo questa politica e il modo in cui la applichiamo man mano che i nostri segnali migliorano.

Comprendiamo inoltre che potremmo non rilevare tutti gli annunci che dovrebbero essere rimossi in base a questa nuova norma e incoraggiamo la nostra comunità a segnalare contenuti che violano le nostre Norme pubblicitarie. Le persone possono segnalare qualsiasi annuncio su Facebook facendo clic nell’angolo in alto a destra dell’annuncio.

“Questa politica fa parte di uno sforzo continuo per migliorare l’integrità e la sicurezza dei nostri annunci e per rendere più difficile per i truffatori trarre profitto da una presenza su Facebook.”

Microsoft a “prendere una decisione”

Nel frattempo i dirigenti di Microsoft devono ancora decidere se vietare le valute poiché continuano a essere l’ultimo uomo in piedi e hanno il potenziale di trarre enormi profitti dalla cultura del divieto.

Lo ha detto un portavoce dell’azienda Ricodifica: “Rivediamo continuamente le nostre politiche e il monitoraggio continuo di questo modello emergente può portare a modifiche successive che soddisfano al meglio gli interessi dei nostri utenti, partner e rete”, ha affermato un portavoce di Microsoft. “In questo contesto, stiamo attualmente valutando la nostra posizione sulla pubblicità delle criptovalute.”