Bitcoin ed Ethereum: gli studenti della Business School universitaria in tutto il mondo fanno una scelta

Studenti d’affari di 13 università di diversi paesi hanno gareggiato in una sfida di investimento in criptovaluta sponsorizzata da Kraken, uno scambio di valuta digitale (Bitcoin e Litecoin) e pubblicizzata da The Economist Magazine. Kraken opera negli Stati Uniti, in Canada, nell’Unione Europea e in Giappone. Soprannominato Kraken Case Study Competition, l’obiettivo era determinare quale piattaforma Blockchain è un acquisto migliore a lungo termine. A partire da ora, The Economist ha affermato che Bitcoin è una scelta 2-1 per sovraperformare Ethereum.

Il premio in denaro in USD per le squadre vincitrici è il seguente:

  • $ 10.000 – 1 ° posto
  • $ 5.000 – 2 ° posto
  • $ 3.000 – 3 ° posto
  • $ 3.000 – People’s Choice per la proposta che ha ottenuto il maggior numero di voti pubblici
  • $ 21.000 – Totale

I vincitori saranno annunciati il ​​mese prossimo.

Domanda per gli studenti

Agli studenti in competizione è stato chiesto quanto avrebbero investito in ciascuna delle due tecnologie Blockchain se fosse stato loro dato 1 milione di dollari. La premessa è che non possono toccare i soldi per cinque anni. Devono anche indicare il motivo di questa decisione.

Il caso studio Kraken aveva lo scopo di scoprire come i team partecipanti formuleranno la tecnica più efficace per investire una fortuna in un portafoglio di criptovalute. È stato chiesto loro di scegliere tra Bitcoin, Ethereum o una combinazione di entrambi. Gli studenti devono difendere la loro preferenza per il breve e il lungo termine. Secondo le regole, è imperativo attendere cinque anni prima che i resi vengano eseguiti. Il caso dovrebbe essere presentato tramite video che verranno caricati online.

I contributi sono stati ospitati sul sito web di The Economist, “Which MBA?” Questa è una divisione sotto The Economist Newspaper Group che offre prodotti basati sul web al servizio di potenziali studenti MBA e business school. Jesse Kraken, amministratore delegato e fondatore di Kraken, ha ipotizzato se il vantaggio e lo status di first mover gli conferiscano un vantaggio rispetto alle sue controparti. La linea di fondo è il modo in cui gli investitori dovrebbero valutare le opportunità per quanto riguarda lo sfruttamento dei vantaggi e la variazione dei portafogli.

I team hanno valutato i punti di forza e di debolezza di ciascuna tecnologia, le reazioni e i sentimenti degli investitori e degli sviluppatori, la gestione dei progetti, le preoccupazioni normative, l’accettazione, i casi d’uso e le prestazioni in base alla cronologia.

Erano rappresentate le seguenti università:

  • FIA Business School International MBA (Brasile)
  • Tulane University (USA)
  • Ryerson University, Ted Rogers School of Management (Canada)
  • Porto Business School (Portogallo)
  • Ivey Business School presso la Western University (Canada)
  • Rutgers Business School (USA)
  • Middlebury Institute of International Studies (USA)
  • BYU Marriott School of Management (USA)
  • Johns Hopkins Carey Business School (Stati Uniti)
  • Worcester Polytechnic Institute (USA)
  • Tuck School of Business a Dartmouth (USA)
  • Creighton University, Heider College of Business (USA)
  • University of North Texas (USA)

Kraken e The Economist

Kraken è il primo scambio di risorse digitali in assoluto che ha mostrato il volume e il prezzo degli scambi sul terminale Bloomberg. È tra i primi a proporre il trading a margine con leva per Bitcoin, a distribuire la prova dell’audit di riserva che è certificabile crittograficamente e attualmente partner della prima banca di criptovaluta al mondo. Kraken si classifica costantemente come lo scambio di risorse digitali migliore e più protetto da un media di notizie indipendente.

Kraken ha iniziato le sue operazioni nel 2011. È il più grande scambio di Bitcoin in termini di liquidità e volume di valuta Euro. Kraken negozia anche dollari statunitensi e canadesi, sterline britanniche e yen giapponesi. Ha guadagnato la fiducia di numerosi trader e istituzioni finanziarie di spicco che includono la banca tedesca Fidor regolata da BaFIn e il fiduciario designato dal tribunale del governo di Tokyo.

The Economist è un settimanale di notizie pubblicato in lingua inglese. La redazione della pubblicazione si trova a Londra (Regno Unito). La rivista di notizie è di proprietà dell’Economist Group. Ogni edizione è stampata su carta lucida. La diffusione media settimanale è stimata in oltre 1,5 milioni. ½ di questo numero è venduto negli Stati Uniti.

Bitcoin contro Ethereum

Bitcoin è stato sviluppato come opzione del sistema monetario. Al contrario, Ethereum è stato concepito per creare e implementare applicazioni per contratti intelligenti.

Bitcoin è la valuta virtuale originale. Sotto questa Blockchain, le commissioni di transazione sono inferiori rispetto ai soliti sistemi di pagamento basati sul web. Bitcoin è gestito da un’autorità decentralizzata, non come le valute tradizionali. I saldi di Bitcoin vengono mantenuti utilizzando tariffe private e pubbliche. Da quando è stata introdotta sette anni fa, la valuta digitale è diventata popolare tra molte burocrazie e autorità di regolamentazione. Bitcoin non è un mezzo di pagamento o una risorsa riconosciuta che può essere salvata, recuperata e utilizzata in un secondo momento. Tuttavia, coesiste ancora nel sistema finanziario globale nonostante la regolamentazione e il controllo rigorosi.

Ethereum è stato presentato solo l’anno scorso. È la piattaforma più grande e stabile, aperta e decentralizzata che facilita lo sviluppo di contratti intelligenti e applicazioni distribuite (DAPP). Non sono previsti controlli, tempi di inattività, interventi e frodi da parte di terzi. Ethereum non è semplicemente una piattaforma ma anche un linguaggio di programmazione. Funziona su Blockchain e aiuta gli sviluppatori di app a ideare e pubblicare DAPP.

Le potenziali app di Ethereum sono estese. Questi operano sul token crittografico della catena (Ether) che ha una piattaforma specifica. Questo può essere paragonato a un veicolo per andare in giro sulla piattaforma Ethereum. Ether viene utilizzato per il trading come scambio di criptovaluta e inserito nella piattaforma Ethereum per l’esecuzione di app e la monetizzazione. Proprio di recente, Microsoft Corporation ha stretto una partnership con Consensus Systems (Consensys), una società di tecnologia Blockchain con sede negli Stati Uniti. Consensus Systems offre il cosiddetto Ethereum Blockchain as a Service su Microsoft Enterprise in modo che gli sviluppatori di quest’ultimo e i clienti possano avere accesso a una bionetwork per sviluppatori Blockchain che è basata su cloud.

Le valute Bitcoin ed Ethereum si basano sui principi della crittografia (codici) e dei registri distribuiti, ma le due variano in molti modi. Bitcoin è in un linguaggio di programmazione orientato allo stack come Forth, PostScript e reverse Polish Lip o RPL. Il passaggio dei parametri dipende da un modello di macchina a stack. Ethereum utilizza il linguaggio di programmazione Turing Complete o computazionalmente universale. Le transazioni in Ethereum vengono verificate in pochi secondi mentre occorrono diversi minuti per la conferma delle transazioni Bitcoin.

Questioni minerarie

Bitcoin è stato costruito su algoritmo crittografico SHA o Secure Hash. Utilizza la formula proof-of-work che dipende dalla quantità di potenza di elaborazione utilizzata dai minatori per rilevare e decodificare nuovi blocchi. Ciò consente ai minatori di passare da personal computer e unità di elaborazione grafica a circuiti integrati specifici dell’applicazione. Finora, le attrezzature minerarie ad alte prestazioni hanno provocato un aumento in termini di difficoltà minerarie. Ciò ha lasciato i minatori senza altra scelta che utilizzare PC e apparecchiature minerarie obsolete.

La piattaforma Ethereum ha iniziato con il proprio adattamento dell’algoritmo di prova del lavoro noto come Ethash. È stato progettato per evitare l’uso di ASIC (Application-Specific Integrated Circuits) a causa dei requisiti di memoria più elevati. Al momento, i minatori disponibili sul mercato non corrispondono a Ethash. Tuttavia, potrebbe presto diventare disponibile a causa del calo dei costi dell’hardware del computer. Il progetto proof-of-stake è impermeabile all’ASIC resistente perché i minatori possono gestire solo una particolare porzione dei blocchi. Dipende dalla percentuale di criptovalute che possiedono. Questo controlla il livello di difficoltà mantenendo un hashrate stabile per una durata maggiore.

Qual è la linea di fondo?

Ethereum è considerata un’innovazione ancorata al principio di Blockchain (Bitcoin) ma non è in competizione con Bitcoin. È l’attrattiva e la crescente capitalizzazione di mercato di Ether che porta alla concorrenza con altre valute digitali. Questo è visto dal punto di vista del trading. Al momento, il tetto del mercato di Ether è superiore a LiteCoin e Bitcoin anche se è in ritardo rispetto a Bitcoin.

La Blockchain originale è pubblica e aperta. I token BTC costano più di 9 miliardi di dollari. Il sistema che esegue Bitcoin ha attratto oltre 1 miliardo di dollari in infrastrutture di investimento extra oltre al capitale di mercato originale. È l’unica piattaforma abbastanza sicura per le transazioni e possiede la liquidità richiesta per gestire app commerciali live. Questi sono Bitwage (processore di pagamento) e pagamenti salariali globali.

Tutto può ancora succedere. Il futuro delle valute digitali e del sistema Blockchain rimane provvisorio. Verranno fatte varie previsioni riguardo a questa nuova tecnologia che può avere un impatto sull’industria e sui suoi stakeholder in futuro. Blockchain e Bitcoin sono nelle tasche l’uno dell’altro. Bitcoin non esisterà senza Blockchain, ma quest’ultima può prosperare anche senza Bitcoin.

Le multinazionali, come Microsoft, sono entusiaste del potenziale di Ethereum. Tuttavia, la tecnologia deve integrarsi con KNOW YOUR CUSTOMER (KYC), che è il processo aziendale di identificazione e conferma delle identità dei clienti e antiriciclaggio (AML). AML è l’insieme di leggi e procedure emanate per fermare la pratica di guadagnare reddito illegalmente. I riciclatori di denaro fanno sembrare che il denaro illegale sia stato guadagnato legalmente. Le leggi antiriciclaggio richiedono la due diligence per assicurarsi che le istituzioni non siano coinvolte nel fare soldi illecitamente. Alcuni di questi atti illegali sono il commercio di merci illegali, la manipolazione dei mercati, l’evasione fiscale e l’appropriazione indebita delle finanze pubbliche.

Le cose inizieranno a cambiare non appena le persone realizzeranno e comprenderanno le funzioni ei vantaggi delle tecnologie Blockchain e delle valute virtuali. C’è una grande possibilità che molti consumatori provino questa piattaforma e la trovino conveniente e utile.