Bitcoin diventerà “Just like Money” in Australia il 1 ° luglio

I regolatori australiani considereranno il Bitcoin (BTC) come una valuta ordinaria a partire dal 1 ° luglio 2017. La criptovaluta non sarà più soggetta a doppia tassazione. Questo regime di doppia imposizione consiste nella riscossione di imposte su due o più giurisdizioni sullo stesso reddito dichiarato per le imposte sul reddito; beni per imposte sul capitale; e transazioni finanziarie per le imposte sulle vendite.

La revisione del bilancio del governo per il 2017-2018 ha stabilito che parte del piano del governo è quello di facilitare le operazioni in Australia per le imprese di valuta virtuale. La buona notizia per le parti interessate è che le imposte generali sulle vendite nella catena di approvvigionamento non verranno più pagate due volte. Le valute digitali saranno considerate denaro ai fini delle imposte generali sulle vendite. Al momento, gli utenti di criptovalute devono pagare la tassa due volte. Il primo è quando acquistano la valuta. Il secondo è una volta che lo usano nel commercio di merci e servizi coperti da GST.

Regolamento sulla valuta digitale

L’Australia ha una storia di relazioni problematiche con la regolamentazione della valuta virtuale fino a poco tempo fa. La decisione della burocrazia di attuare la doppia imposizione ha costretto molti importanti operatori a lasciare l’Australia nel 2014 e ad operare altrove. Nel frattempo, l’innovazione è rimasta indietro rispetto ai mercati in cui gli imprenditori beneficiavano di una maggiore autonomia.

Quest’anno sono emersi accordi innovativi di tecnologia finanziaria che coinvolgono BTC. Si prevede che una tale innovazione possa sfruttare la produttività e la crescita in questo paese. Ora sembra che il governo australiano stia cercando di rendere il paese un hub tecnologico finanziario primario in tutto il mondo. L’annuncio di un nuovo schema ha lo scopo di posizionare l’industria Fin-Tech locale come leader globale. Quando ciò è emerso, l’ottimismo delle imprese locali è aumentato.

Valuta Bitcoin

Il BTC è sulla buona strada verso i livelli di $ 2000. Il suo notevole rally indica che la piattaforma potrebbe arrivare al punto di riferimento psicologico molto presto. Le notizie dall’Australia e dal Giappone hanno aumentato ulteriormente l’ondata di Bitcoin. Il Giappone è attualmente in testa con un altro primato per la criptovaluta.

Le banche in questo paese asiatico non pagano quasi nulla ai depositanti fissi. La revisione del Nikkei Asian ha riferito che Coin Check, una borsa BTC giapponese, ha già impostato un deposito fisso BTC a pagamento. Detti depositi possono essere effettuati in quattro programmi. Il deposito di 14 giorni riceve un interesse annuo dell’1% mentre l’opzione di 30 giorni genera un interesse del 2%. Questo aumenta al 3% per tre mesi. Viene concesso un interesse del 5% per il periodo più lungo di un anno. La chiave per gli investitori è Coin Check o il deposito fisso non è soggetto alle regole bancarie del Giappone poiché Bitcoin non è una valuta legale a partire da questo momento.

Bitcoin Magazine ha riferito che Coin Check ha emesso l’avvertimento che i depositanti corrono il rischio di non ottenere le valute digitali depositate se diventano insolventi.

Flashback 2015

Nel 2015, molte aziende australiane hanno voltato le spalle alla valuta Bitcoin poiché il BTC ha perso il suo fascino quella volta. Ci sono stati problemi sul Bitcoin utilizzato dai sindacati criminali, quindi gli accompagnatori hanno smesso di accettare la valuta. Questo è stato seguito dalle azioni delle banche locali per chiudere i conti di 12 su 17 scambi di BTC. I sostenitori di Bitcoin hanno visto questo come una grande delusione considerando che la valuta digitale avrebbe potuto svolgere un ruolo prezioso nelle transazioni commerciali quotidiane nelle economie sviluppate. L’Australia è uno dei mercati più promettenti per la criptovaluta. Si dice che detenga il 7% del valore di $ 3,5 miliardi di BTC in tutto il mondo.

Bitcoin si precipita in avanti

Le cose sono cambiate. La valuta ha mostrato una crescita notevole e stabile nel 2016. Nel maggio dello scorso anno, una singola moneta valeva solo circa $ 455. Al momento, il valore ha raggiunto $ 1, 800 per ogni gettone e l’incredibile rendimento annuo del 286%. I dati sono stati forniti da Coin Market Cap.

La spiegazione di questo aumento è simile ad altre risorse. È più un’arte che scienza. Il prezzo è associato a numerosi consumatori che utilizzano Bitcoin per inviare denaro. Tuttavia, le speculazioni sembrano essere il principale motore in quanto i trader fanno trading credendo che il BTC diventerà più accettabile nelle prossime settimane, mesi e anni. Le notizie sono state positive negli ultimi tre mesi.

In tutto il mondo, la valuta virtuale sta guadagnando più rispetto da parte delle autorità di regolamentazione. Osservazioni positive sulla Blockchain sono state fatte dal presidente della Federal Reserve Neel Kashkari sull’ultimo aumento dei prezzi di Bitcoin. Ad aprile, il Giappone ha sanzionato Bitcoin come modalità di pagamento legittima. D’altro canto, le autorità di regolamentazione in Cina hanno compiuto progressi sostanziali nel bilanciare l’uso della valuta con rigorosi controlli sui capitali.

Sono emersi anche molti indicatori interni ottimistici. C’è una disputa continua sul ridimensionamento del sistema che è percepito da molti osservatori e operatori del settore come un violento conflitto interno. Tuttavia, è visto come uno sviluppo incoraggiante da parte di alcuni trimestri nell’efficace implementazione della soluzione SegregatedWitness nel Lite Coin System. Questo è in generale un duplicato di Bitcoin.

Un elemento che spicca sui vantaggi del Bitcoin e di altre valute virtuali è che non è praticamente accessibile agli investitori istituzionali. I venture capitalist hanno investito oltre $ 1,5 miliardi di fondi per le start-up Blockchain. Lo svantaggio è che il BTC non soddisfa ancora i criteri normativi per i finanziamenti tradizionali aggiuntivi. Se l’ETF di Bitcoin verrà finalmente approvato, il gruppo di potenziali investitori per questa criptovaluta esploderà immediatamente.

Punti di preoccupazione

Ci sono fondamentalmente due cose principali da considerare riguardo a questo argomento. Uno è che la valuta nel frattempo rimane una risorsa precaria o instabile. Nel 2013, il prezzo è salito a $ 1.100, ma è diminuito lentamente entro due anni fino a raggiungere un minimo di $ 200. Un rischio a più lungo termine è semplicemente una delle numerose implementazioni della tecnologia Blockchain. Bitcoin è l’originale e più ampiamente preferito, ma altre innovazioni sono arrivate come Dash e Ripple. Queste altre monete alternative hanno già ampliato le loro caratteristiche. Poi, c’è Ethereum, la seconda più grande valuta criptata che ha visto il suo prezzo aumentare negli ultimi mesi. Molte aziende ora utilizzano l’ETH per creare app Blockchain.

L’ultimo sviluppo in Australia è un altro passo avanti per Bitcoin, ma probabilmente altre valute e piattaforme emergeranno nel prossimo futuro.