Ecco perché la tua transazione Bitcoin è bloccata

Bitcoin ha limiti transazionali a ciò che può ottenere, quindi quando c’è un’alta domanda per la criptovaluta, la rete si blocca, causando picchi di mempool. 

Il mempool è il luogo in cui le transazioni non confermate attendono la loro inclusione nella blockchain. 

Durante le normali operazioni, Bitcoin è in grado di stare al passo con le richieste. Le transazioni Bitcoin si raccolgono naturalmente nel mempool prima che i minatori le registrino sulla blockchain. 

Due forze influenzano le capacità di Bitcoin di evitare di entrare in un picco di mempool. 

  1. Domanda di transazioni Bitcoin
  2. Cambiamenti nella potenza del network mining

Domanda di transazioni Bitcoin

La popolarità di Bitcoin è il fattore più influente nell’equazione. Quando Bitcoin non è di tendenza, la blockchain di solito evita di traboccare il mempool e azzera regolarmente il mempool. Tuttavia, quando Bitcoin sta ricevendo molto clamore, le persone effettuano più transazioni, spingendo i limiti di dimensione del blocco oltre ciò che è possibile in un blocco e un picco di mempool è inevitabile.

I picchi di Mempool sono stati un problema di vecchia data con grandi sforzi compiuti dagli sviluppatori di Bitcoin Core per ridurre al minimo i loro effetti attraverso aggiornamenti come Segwit.

Tuttavia, i picchi di mempool legati alla domanda sono difficili da combattere. Se devi effettuare una transazione urgente durante un picco di mempool, devi pagare più della maggioranza per entrare nel blocco successivo.

Cambiamenti nella potenza del network mining

La rete Bitcoin modifica costantemente alcuni parametri per preservare la media di dieci minuti per i blocchi. Il parametro principale chiamato difficoltà mineraria determina la validità dei risultati crittografici prodotti dai minatori. I miner devono trovare un risultato valido prima di poter scrivere dati sulla blockchain. 

I picchi di Mempool forniscono ulteriori incentivi ai minatori per tornare alla rete mentre aumentano i premi per la risoluzione di un blocco. Gli utenti competono per ottenere le loro transazioni nel blocco successivo, ciascuno pagando di più in commissioni di transazione. 

Consideriamo questo breve caso di studio che abbiamo fatto su un picco di mempool che si è verificato all’inizio di novembre 2020.

Dissecting a mempool spike – novembre 2020

La rete di Bitcoin ha subito un picco di mempool a seguito della migrazione di hashpower dal Sichuan al resto della Cina e oltre. L’hashrate più basso registrato negli ultimi 30 giorni all’epoca è stato tra il 26 ottobre e il 4 novembre. Durante lo stesso periodo, le transazioni hanno continuato ad arrivare e il throughput di blocco inferiore ha provocato un importante picco di mempool sulla rete di Bitcoin.

Fonte: Jochen Hoenicke 

Le condizioni della rete che hanno portato al picco di mempool erano ideali per la situazione. La rete ha dovuto aggiustare la sua difficoltà 142 EH / s il 17 ottobre, ma la rete aveva solo 116 EH / s all’inizio del picco di mempool il 26 ottobre, scendendo ulteriormente a 90 EH / s nei prossimi due giorni. 

I minatori che lasciano la rete per la prevista migrazione fisica, hanno lasciato la rete in sospeso con un vuoto di potere, con il risultato di centinaia di migliaia di transazioni che si riempiono nel mempool di Bitcoin, in attesa di conferma.

Fonte: CoinWarz

I media di notizie di criptovaluta hanno rapidamente ripreso lo sviluppo, notando che la quantità di attività sulla rete è stata la più alta dal 2017. Utenti su Twitter reagì anche notando i tempi lenti di conferma e il mempool gonfio. 

Jameson Lopp, un ex sviluppatore di Bitcoin Core, ha notato che le transazioni nel mempool richiedono memoria aggiuntiva a causa delle strutture di dati (non serializzate) utilizzate per memorizzarle. Ciò ha portato i nodi a rifiutare l’inoltro di alcune transazioni per impostazione predefinita, a causa di basse commissioni di transazione.

Fonte: Bilthon commentando la transazione 100 / b sat

Il picco più notevole nel periodo tra il 28 ottobre e il 4 novembre è stato di 151.842 transazioni non confermate simultaneamente, per un totale di 54.255 BTC in commissioni di transazione, ovvero 35.731 satoshi in media per transazione.

Fonte: Poolin.com

Trattare con Mempool picchi come utente Bitcoin?

Una caratteristica di Bitcoin con cui potresti non avere familiarità è la transazione “Replace by Fee” (RBF). Questo tipo di transazione è progettato per essere in grado di modificare la commissione di transazione per una transazione Bitcoin trasmessa in precedenza che è rimasta bloccata nel mempool. 

Il modo più semplice per farlo è usare il file www.pushtx.com strumento per farlo velocemente. Hai solo bisogno di un ID transazione e un po ‘di Bitcoin per aumentare la tua transazione. Prodotto da uno dei principali pool minerari, Poolin, questo strumento e i suoi utenti sono protetti dall’impressionante reputazione del marchio. 

Sicuro di dire, è sia popolare che sicuro.

In alternativa, puoi scaricare una varietà di portafogli software locali per aiutarti a raggiungere lo stesso obiettivo, come Electrum o Bitcoin Core. Sebbene sia un ottimo modo per saperne di più su Bitcoin, questo è utile solo se sei pronto in anticipo.

In primo luogo, non bloccare la transazione

I picchi di Mempool si verificano e spetta agli utenti di Bitcoin determinare il momento migliore per la loro transazione. A volte una transazione è urgente e sei disposto a pagare quasi qualsiasi prezzo per ottenerla dove deve essere, ma altre volte, potresti essere meglio aspettare qualche ora o anche un giorno. 

Assicurati di pagare una commissione di transazione sufficiente per ottenere una garanzia probabilistica di ottenere la conferma della transazione nei prossimi due blocchi. Ancora una volta, uno dei migliori strumenti per il lavoro viene da Poolin.

I picchi di Mempool sono una parte importante di Bitcoin

I minatori di Bitcoin utilizzano un metodo di commissione di transazione per decidere quali transazioni sono incluse nel blocco successivo. Le transazioni disposte a pagare le commissioni più alte sono considerate prioritarie. Gli attuali portafogli Bitcoin spesso suggeriscono commissioni di transazione ragionevoli per garantire l’inclusione della transazione nel blocco successivo, tre o sei, ovvero da 10 a 60 minuti in tempo reale. 

Senza mempool spikes, le commissioni di transazione Bitcoin non esisterebbero. Con i premi Bitcoin sempre più bassi, le commissioni di transazione alla fine si riveleranno più redditizie dei premi in blocco. 

Il mempool e le sue stranezze sono una parte importante e integrante di Bitcoin, e sta a noi utenti familiarizzare con la rete e imparare ad anticipare le sfide.