BitGo rivela i piani per hard fork

L’incombente hard fork sta facendo notizia nel mondo di oggi e tutti i principali portafogli Bitcoin ne sono preoccupati. BitGo, un fornitore di portafogli Bitcoin multi-firma, ha già consigliato ai clienti i passaggi che devono essere seguiti quando emerge una nuova catena. Molto probabilmente, la nuova catena sarebbe Bitcoin Unlimited, ma questi passaggi possono essere seguiti anche nell’emergere di qualsiasi altro fork.

Un annuncio ufficiale sui passi da compiere è stato fatto da Ben Davenport, che è il chief technical officer e co-fondatore di BitGo. Tutti i passaggi necessari da eseguire in caso di hard fork sono stati indicati per comodità dei clienti. Fino al recente passato, BitGo non assegnava un’alta probabilità di subire un hard fork. Pertanto, è tempo che i clienti BitGo prendano in considerazione e intraprendano i passaggi richiesti.

Bitcoin Unlimited non sarà supportato

BitGo ha annunciato ufficialmente che non supporterà Bitcoin Unlimited. Tuttavia, BitGo supporterebbe Segregated Witness. BitGo crede fermamente che un fork a breve termine sarebbe malsano e controverso per l’ecosistema Bitcoin. La confusione degli utenti e la diluizione del marchio sottrarrebbero miliardi di dollari alla capitalizzazione del suo mercato. Davenport ha fatto un’analisi approfondita su cosa succederebbe in futuro. Pertanto, ha fatto queste affermazioni con fatti sufficienti per giustificare le sue affermazioni.

È stato identificato che SegWit offrirà ulteriore spazio per blocchi ai clienti a breve termine. BitGo non è ancora in grado di affermare come funzionerebbe questo scenario. Tuttavia, l’azienda sta pianificando di fare una mossa rapida per fornire soluzioni efficienti nell’interesse dei propri clienti.

Come puoi vedere, Bitcoin Unlimited non sarebbe supportato e può essere reso equivalente ad Altcoin. In effetti, qualsiasi hard fork, che viene introdotto senza il consenso di tutto il settore, diventerebbe un altcoin. Non solo BitGo ha fatto annunci ufficiali sul futuro di Bitcoin Unlimited. Molti altri scambi hanno condiviso opinioni simili sull’hard fork e sembra che Bitcoin Unlimited sarebbe considerato come una nuova moneta dalla maggior parte di loro.

Nel caso in cui un hard fork fosse eseguito senza il supporto adeguato da parte del settore, BitGo prenderebbe i passaggi necessari per supportarlo fornendo un’API. Davenport ha dichiarato che ci sono alcuni requisiti fondamentali da soddisfare per rendere sopportabile un hard fork. Innanzitutto, l’hard fork introdotto dovrebbe essere coordinato attraverso un chiaro sistema on-chain. Dovrebbe essere dotato anche di un periodo di grazia tra il lancio e l’attivazione. In secondo luogo, la moneta biforcuta dovrebbe avere la capacità di fornire un’eccellente protezione a due vie. Dovrebbe essere fatto su istanze in cui le transazioni sono valide solo su una delle due catene. Agli utenti dovrebbe essere fornita la possibilità di impegnarsi in transazioni sicure attraverso tecniche di sputo. Ciò non lascerebbe un onere eccessivo per l’utente finale, il che può contribuire a un’esperienza più fluida. Infine, l’hard fork dovrebbe avere la capacità di offrire agli utenti una protezione contro il wipe out. Quando viene biforcato una volta, dovrebbe rimanere permanente. Il software associato al nuovo fork non dovrebbe avere la capacità di ridare vita alla riorganizzazione nella catena originale quando sta spazzando via la nuova catena.

Come puoi vedere, ci sono alcune regole chiare, che devono essere soddisfatte affinché un nuovo fork possa ricevere il supporto degli scambi. Sfortunatamente, Bitcoin Unlimited non è compatibile con nessuno dei tre scenari sopra menzionati. D’altra parte, ci sono anche alcune questioni associate al consenso emergente. Ciò darebbe vita a continue divisioni di rete. Inoltre, possono esserci riorganizzazioni associate alle lunghezze arbitrarie delle catene, che si basano sugli approcci seguiti da gruppi minori quando si stabiliscono i parametri di consenso.

C’erano anche alcune preoccupazioni relative alla qualità del processo di revisione tra pari. Pertanto, BitGo non è disposto a fornire alcun supporto a Bitcoin Unlimited, a meno che non passi attraverso le modifiche richieste. L’attuale forma di Bitcoin Unlimited lo renderebbe insopportabile anche per la maggior parte degli scambi.

Cosa possono fare gli utenti

Davenport ha chiesto agli utenti di agire di conseguenza quando viene lanciato l’hard fork Bitcoin Unlimited. Prima di tutto, gli utenti devono eseguire i passaggi necessari per sospendere qualsiasi transazione in uscita da BitGo. Altrimenti, la transazione avverrebbe in entrambe le catene. Come passaggio successivo, gli utenti dovranno mantenere stretti contatti con BitGo per ottenere l’assistenza richiesta. L’assistenza sarebbe fornita con la divisione delle monete o lo spostamento delle monete in sicurezza. BitGo fornirà anche assistenza ai clienti per dividere le loro monete. Tuttavia, non è stata specificata una definizione chiara del periodo di tempo.

Gli utenti BitGo dovranno anche essere pronti per i tempi di blocco, che possono avvenire nelle reti originali. Infatti, i tempi di blocco verrebbero aumentati di una quantità significativa a causa del carico esercitato sulla rete. Pertanto, gli utenti devono adottare le misure appropriate per eseguire solo la transazione richiesta. Inoltre, gli utenti dovranno essere pronti a pagare commissioni più elevate, che possono derivare dai tempi di blocco prolungati. Ultimo ma non meno importante, gli utenti dovrebbero effettuare transazioni sul valore della nuova moneta. Questo dovrebbe essere fatto quando l’utente attende che BitGo fornisca supporto alla nuova moneta. Tuttavia, il periodo di tempo necessario per supportare il nuovo fork non è ancora definito.