NEM, Dash e Petro in Venezuela: spiega il capo di NEM Latam

Il governo venezuelano sta utilizzando la piattaforma NEM per la sua criptovaluta Petro legata al petrolio? Il capo del NEM America Latina Pedro Gutierrez risponde alla domanda in un’intervista esclusiva di prima mano.

È stato riferito che la controversa criptovaluta venezuelana Petro è stata ufficialmente rilasciata come risorsa sulla Blockchain di NEM piuttosto che sulla Blockchain di Ethereum, con l’offerta totale limitata a 100 mln Petro.

Pedro Gutierrez risponde e spiega perché il Piattaforma NEM, la sua concorrenza con Ethereum e le specifiche per fare affari in una delle regioni più promettenti della Terra.

Abbiamo chiesto a Pedro Gutierrez del coinvolgimento di NEM con il governo venezuelano e delle prospettive della piattaforma in America Latina e nel mondo. In qualità di leader Latam della fondazione NEM.IO, Gutierrez vede il suo compito principale nel pubblicizzare la tecnologia Blockchain e NEM nell’industria, nel commercio, negli istituti di istruzione e nel governo in America Latina e Spagna.

Cyril Gilson: È la piattaforma NEM utilizzata per la criptovaluta Petro legata al petrolio?

Pedro Gutierrez: Possiamo confermare che il governo venezuelano intende utilizzare la Blockchain NEM. Non possiamo commentare come funziona in quanto non è un progetto in cui siamo attivamente coinvolti. La tecnologia NEM è liberamente aperta a qualsiasi individuo o organizzazione che desideri utilizzarla. La Fondazione NEM si astiene da appoggi politici.

CG: Gli sviluppatori NEM sono stati coinvolti nello sviluppo del Petro?

PG: No, i nostri sviluppatori non sono coinvolti in questo progetto. La tecnologia di NEM è facile da usare e su cui costruire applicazioni pur avendo un record quasi perfetto per la sicurezza. Una persona ragionevolmente qualificata può lavorare sulla piattaforma NEM entro un giorno.

Non ci vuole molto per imparare a utilizzare la tecnologia di NEM. Quindi è quindi facile immaginare perché il governo venezuelano vuole implementare utilizzando la tecnologia NEM.

NEM in Venezuela

CG: Quanto è grande la comunità NEM in Venezuela?

PG: La comunità NEM in Venezuela sta crescendo costantemente. Abbiamo suscitato un notevole interesse nel settore accademico e aziendale. NEM è la migliore tecnologia per far sì che ciò accada perché la nostra piattaforma è plug n play per le aziende, rendendola la rete Blockchain più semplice e sicura per imprese e sviluppatori.

CG: Quando la storia di NEM è iniziata in Venezuela e quali sono i risultati principali?

PG: NEM è nato nel 2014 e la sua tecnologia è ampiamente adottata da centinaia di aziende in tutto il mondo perché la piattaforma è così facile da usare. Un’enorme porzione di industrie globali come il settore finanziario, assicurativo, sanitario, farmaceutico, la gestione della catena di approvvigionamento e i settori dell’industria dell’intrattenimento necessitano di un modo efficiente in termini di costi per gestire e autenticare i dati in modo immutabile e sicuro. Non c’è dubbio che queste aziende giocheranno un ruolo vitale nell’incorporare la tecnologia Blockchain nei prossimi anni.

Il Venezuela è una regione attraente in cui NEM può espandersi. NEM ha hub in Malesia, Australia, Giappone e Nuova Zelanda. Tutti gli hub NEM sono fondamentali per espandere la visibilità e le opportunità in cui il team NEM può interagire con il pubblico, fare formazione sulla nostra piattaforma e supportare le startup interessate a Blockchain.

A maggio abbiamo aperto un’ambasciata in Venezuela e questo è fondamentale per fornire ai venezuelani risorse e formazione di qualità per gli sviluppatori che entrano nella blockchain. Ci auguriamo che l’aggiunta di servizi Blockchain all’elenco delle industrie del Venezuela possa aiutare l’economia e le persone. Oltre a questo, organizziamo meetup per aiutare a educare la comunità Blockchain sui vantaggi della costruzione dell’ecosistema di NEM.

CG: Altri governi Latam stanno valutando qualcosa di simile?

PG: NEM è una piattaforma open source in modo che qualsiasi governo, individuo o azienda possa costruire su NEM. Al momento, non sono a conoscenza di altri governi LATAM che si basano sulla Blockchain NEM.

CG: Quali vantaggi e svantaggi del Petro vedi?

PG: Non ho commenti su questo. Sto lavorando ad altri progetti, però, di cui sono felice di parlare. Abbiamo alcuni progetti che al momento non possiamo annunciare visto che abbiamo firmato accordi di non divulgazione, ma posso dirvi che sono nel settore finanziario, in Messico e in Colombia. Stiamo anche lavorando a progetti di tracciabilità agricola, elettricità per le aree rurali, tra gli altri, che annunceremo molto presto.

Dash e NEM

CG: C’è una competizione tra Dash e NEM in Venezuela?

PG: Dash è uno dei fork di Bitcoin più innovativi e interessanti, ma NEM non compete con Dash poiché Dash è una piattaforma transazionale e NEM è una piattaforma di Blockchain Services. Quindi non siamo in concorrenza con Dash perché le due piattaforme sono progettate per scopi diversi. Abbiamo un buon rapporto con il team DASH e siamo sostenitori della loro comunità, in diversi paesi di LATAM, abbiamo partecipato a eventi insieme.

Qual è il prossimo

CG: Quali sono le prospettive per NEM in LATAM?

PG: L’istruzione e la formazione sono fondamentali per aiutare a garantire il futuro del Venezuela per rimanere competitivo e prosperare. NEM supporta LATAM costruendo hub Blockchain, offrendo formazione agli sviluppatori a tutti i livelli, collaborando con aziende di tutti i settori e costruendo una forte comunità per aiutare a mantenere sano l’ecosistema NEM.

Un modo per farlo è attraverso il NEM Community Fund da $ 70 mln. Il NEM Community Fund promuove lo sviluppo dell’ecosistema NEM facendo votare la comunità NEM sul finanziamento delle startup NEM.

È un’alternativa al fare un ICO e qualcosa che potrebbe essere vantaggioso per molte persone in LATAM.