Come proteggere la tua identità e il tuo portafoglio Bitcoin dal monitoraggio

Il creatore di Bitcoin, Satoshi Nakamoto, ha affermato che la sua criptovaluta era anonima. Tuttavia, con questa definizione, intendeva l’assenza della necessità per l’utente di fornire dati personali al momento della ricezione delle monete. Se oggi, come prima, i Bitcoin venissero estratti solo tramite mining, allora la criptovaluta sarebbe davvero anonima. Tuttavia, a causa delle regole stabilite sui grandi exchange, molti indirizzi Bitcoin possono essere associati a personalità reali. Inoltre, a causa delle proprietà speciali della blockchain, puoi ottenere conferma di quanto il proprietario di un portafoglio ha inviato al proprietario di un altro. Puoi anche scoprire l’importo specifico di fondi su un determinato account.

Gli esperti di Bitfury hanno affermato di avere l’opportunità di rivelare le identità di quasi un quinto di tutti gli indirizzi dei proprietari di Bitcoin. Prima di questo, gli sviluppatori di CryptoLux hanno condotto uno studio sull’anonimato delle transazioni nella rete Bitcoin e hanno dimostrato che più della metà di tutti gli indirizzi possono essere deanonimizzati con successo. Nel loro lavoro hanno mostrato la capacità di connettere un portafoglio Bitcoin a indirizzi IP, anche se utilizzano la rete Tor o altri programmi che nascondono l’indirizzo IP dell’utente.

Il fatto che Bitcoin non sia anonimo è ben noto tra la maggior parte degli appassionati di criptovaluta Bitcoin. Tuttavia, la maggior parte delle persone non capisce perché Bitcoin non possa essere definito anonimo e come qualcuno possa determinare l’identità di un utente, nonché cosa si può fare per impedirlo. Continua a leggere per conoscere tutte le sfumature associate all’anonimato di Bitcoin.

Come funzionano le transazioni Bitcoin?

Per comprendere meglio l’anonimato di Bitcoin, è importante prima capire come funziona questa criptovaluta a livello base.

Prima di tutto, Bitcoin consiste in una serie di transazioni. Queste transazioni sono intrinsecamente pacchetti di vari tipi di dati, tra i quali ci sono input e output. Durante ogni transazione Bitcoin, i Bitcoin passano da uno o più input a uno o più output. Gli input si riferiscono agli indirizzi Bitcoin da cui vengono inviate le monete, e gli output si riferiscono agli indirizzi a cui vengono inviati i Bitcoin.

Perché Bitcoin è chiamato anonimo?

Ci sono diversi motivi per cui Bitcoin è considerato anonimo:

  1. Gli indirizzi Bitcoin non sono legati all’identità degli utenti a livello di protocollo, a differenza dei conti bancari e della maggior parte degli altri sistemi di pagamento. Chiunque in qualsiasi momento può creare un nuovo indirizzo Bitcoin generato casualmente senza la necessità di fornire a nessuno le informazioni personali.
  2. Le transazioni non sono legate all’identità degli utenti. Chiunque può trasferire Bitcoin da un indirizzo a un altro, senza dover rivelare alcuna informazione personale nel caso in cui i minatori abbiano accettato di includere la transazione nel blocco. Il destinatario non ha bisogno di conoscere il mittente.
  3. Le informazioni sulla transazione di Bitcoin vengono trasmesse da nodi di rete P2P selezionati casualmente. I nodi del sistema non sanno se la transazione ricevuta è stata creata dal nodo che ha trasmesso l’informazione, o se l’ha semplicemente reindirizzata, poiché i nodi Bitcoin sono collegati tra loro tramite indirizzi IP.

Come viene rivelato l’anonimato?

Esistono diversi modi per rivelare l’identità degli utenti di Bitcoin.

Se un attaccante, ad esempio, ha la capacità di connettere diversi nodi alla rete Bitcoin, le informazioni raccolte da loro potrebbero essere sufficienti per determinare l’origine di una particolare transazione. Poiché, sebbene le transazioni vengano trasmesse in modo casuale attraverso una rete P2P, questo sistema non è completamente a prova di perdite.

Un altro modo è che l’indirizzo Bitcoin possa essere associato a persone specifiche se le loro informazioni personali sono in qualche modo collegate al portafoglio. Ad esempio, un indirizzo utilizzato per depositi o prelievi da uno scambio o portafoglio regolamentato che è di dominio pubblico o indirizzi utilizzati per inviare Bitcoin in situazioni in cui è richiesto l’utilizzo di informazioni personali, ad esempio in un negozio online.

E il modo più importante in cui qualcuno può associare diversi indirizzi Bitcoin e assegnarli a un utente specifico è che tutte le transazioni nella rete Bitcoin siano completamente trasparenti per chiunque voglia conoscerli. Se uno di questi indirizzi collegati è legato a una determinata persona in uno dei modi sopra descritti, tutti gli indirizzi verranno divulgati e associati a una determinata persona o azienda.

Cosa si può fare per mantenere l’anonimato di Bitcoin?

Sebbene siano stati fatti molti sforzi per aumentare la privacy di Bitcoin, emergono costantemente nuovi modi per rivelare l’identità degli utenti. L’anonimato nel mondo delle criptovalute è ancora un’area in costante sviluppo. Tuttavia, ci sono alcuni modi per proteggere te stesso ei tuoi dati personali sulla rete che ti aiuteranno a proteggere le tue risorse crittografiche.

L’utilizzo di programmi per nascondere un indirizzo IP, come TOR, è una delle soluzioni esistenti. Non ci sono vulnerabilità nel TOR stesso, quindi al momento non c’è modo di determinarne l’origine, nel caso in cui le transazioni siano effettuate tramite TOR.

Un modo più efficace per garantire la sicurezza delle transazioni di criptovaluta (sebbene richieda un’azione aggiuntiva) è utilizzare il diritto Servizio di miscelazione di criptovalute, come BitMix.Biz, con grande sicurezza garantirà la privacy delle tue transazioni e l’anonimato di Bitcoin.

Attualmente, ci sono molti tipi di mixer, la maggior parte dei quali sono simili in quanto tutti gli utenti che utilizzano il crypto blender ricevono reciprocamente i Bitcoin intercalati. Un mix ben implementato di Bitcoin complica notevolmente l’analisi delle reti di criptovaluta, così come l’analisi della distribuzione. Per consolidare il successo, la pulizia delle criptovalute può essere eseguita più volte di seguito.

Strumento di anonimizzazione delle criptovalute

Un crypto mixer come BitMix.Biz offre diversi livelli di randomizzazione per cancellare le criptovalute dalle tracce di transazioni precedenti. Grazie alla commissione di miscelazione variabile, diventa difficile per l’analizzatore della blockchain determinare l’importo esatto della transazione, che è una componente importante per identificare l’utente.

Poi c’è un differimento della transazione, che rende difficile determinare una transazione specifica, poiché durante il tempo di durata del differimento, molte altre transazioni si verificheranno nella blockchain, comprese alcune dello stesso importo, che impediranno anche a qualcuno di identificare la persona coinvolti.

Con una maggiore randomizzazione, le monete cancellate, dopo aver mescolato con le criptovalute di altri utenti, arrivano all’indirizzo finale specificato in diversi pagamenti e importi diversi. Questo approccio all’anonimizzazione delle transazioni di criptovaluta non consente a chi monitora i tuoi indirizzi di determinare che queste transazioni fanno parte del trasferimento di criptovaluta che hai inviato come unica somma per la miscelazione.

Inoltre, il tempo funziona contro gli analizzatori di blockchain Bitcoin, poiché i dati relativi alla transazione mista non vengono archiviati sul server Blender Bitcoin, ma vengono eliminati diverse ore dopo la conferma della transazione sulla blockchain. A sua volta, l’utente può cancellare questi dati immediatamente dopo la conferma, se ritiene che tutto sia andato bene. Quindi, mescolare attraverso un mixer crittografico come BitMix.Biz aiuta a stabilire la privacy di Bitcoin, mentre può avvenire manualmente o in modalità automatica.

Quindi oggi, fatte salve tutte le precauzioni di cui sopra per mantenere la riservatezza, il metodo di pulizia delle criptovalute attraverso la miscelazione in un Frullatore Bitcoin è il modo più efficace per proteggersi dagli intrusi.